4 stanze è un video che ha come protagonista il suono. Non ci sono persone visibili ma i rumori degli oggetti negli ambienti, mossi o toccati dall’uomo. Si percepisce così la presenza di qualcuno o di più persone.
La storia nel video è la base su cui partire e su cui costruire le azioni dettate dal suono e dalla colonna sonora che innescheranno nello spettatore una personale visione. Sarà così immerso nell’atmosfera all’interno di tutte e quattro le stanze visibili ma immobili, in cui però non si sentirà solo.
Un lavoro che vuole stimolare l’immaginazione attraverso il sonoro, che vuole ricostruire gli eventi focalizzandosi sui suoni nell’ambiente e non sui dialoghi. Un esercizio sulla memoria.
Il lavoro prende ispirazione dal rivisitare luoghi familiari una volta vissuti.

VIDEO